Formazione Intermediari Assicurativi

Corsi Formazione Intermediari assicurativi IVASS per Agenti, Broker, Subagenti e Mediatori

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Essere intermediari Ass.
Informazioni per gli intermediari

Contributo di Vigilanza 2015 IVASS

E-mail Stampa PDF

Con il Provvedimento n. 37 del 7 Agosto 2015, l'IVASS ha reso noto il nuovo Contributo di vigilanza 2015 destinato a tutti gli intermediari e loro collaboratori iscritti nel RUI (Registro Unico degli Intermediari Assicurativi). Sono chiamati a versare tale contributo di vigilanza 2015 tutti coloro che, anche se inoperativi, sono iscritti nelle sezioni A, B, C, D del RUI a partire dal 30 Maggio 2015.

Per la delibera ufficiale è possibile visitare il seguente link > Contributo di Vigilanza 2015.

Leggi tutto...
 

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO IVASS 2015-2016: I CONSIGLI DI FIASS

E-mail Stampa PDF

La presente pagina non è più attuale riferendosi al periodo transitorio della normativa ricadente tra gennaio e giugno del 2015.

Se volete una consulenza su come gestire l'aggiornamento della vostra rete o vostro personale, non eseitate a contattarci per ricevere una consulenza personalizzata

Segreteria Didattica FIAss Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Leggendo la nuova normativa alcuni nostri clienti ci hanno chiesto un consiglio su come regolarsi e gestire anche la fase transitoria.

Qui vogliamo condividere con tutti i nostri utenti/clienti dei consigli che riteniamo possano portare a una ottimizzazione sia organizzativa che economica della formazione IVASS.

FORMAZIONE PROFESSIONALE PER I NUOVI COLLABORATORI

Parlando di ampliamento delle rete di collaboratori, da parte di: Imprese, Agenti, Broker o Banche e Intermediari Finanziari. Per quanto riguarda l’organizzazione della relativa formazione professionale iniziale, ci sentiamo di consigliare di anticipare quanto più possibile i piani di inserimento cercando di veicolare i nuovi collaboratori, entro il 15 giugno 2015, nei corsi di formazione professionale svolti secondo il regolamento ISVAP n°5 del 2006 e imponendo ai collaboratori il termine corso prima del 30/06/15, cosi da sfruttare i corsi svolti secondo la vecchia modalità che, oltre ad essere più economici, non prevedono il test di fine corso in aula. Ovviamente, come impone la normativa transitoria, ci si deve organizzare amministrativamente anche per inoltrare entro la data del 30/06/2015 l’istanza di iscrizione all’IVASS.

Per gli inserimenti che non è possibile effettuare prima del 30/06/2015 e quindi utilizzando la vecchia normativa, il consiglio di FIAss è di creare dei gruppi il più possibile omogenei, e imporre ai vari gruppi una data di termine corso uguale per tutto il gruppo così da poter far svolgere il test finale di verifica apprendimento in aula al maggior numero di utenti possibile ottimizzando sia l’organizzazione che l’impatto economico di questo nuovo adempimento previsto dalla normativa

 

IVASS Reg. 6 del 2014 - Novità principali apportate dalla nuova normativa

E-mail Stampa PDF

CORSI IVASS: MODALITA’ DI SVOLGIMENTO

Le principali novità apportate riguardano l’equiparazione tra i corsi d’aula e le metodologie di formazione a distanza monitorata, come videoconferenza, webinar ed e-learning. Di fatto è stata eliminata la formazione a distanza non monitorata e la conseguente dicitura 60/30 ore di cui almeno 30/15 in aula e le restanti di formazione a distanza.

{slide=DURATA DELLA FORMAZIONE IVASS}

DURATA DELLA FORMAZIONE IVASS

Oggi la normativa IVASS impone che la:

  • Formazione Professionale iniziale consiste nella partecipazione, nei 12 mesi antecedenti alla data di presentazione della domanda di iscrizione o dell’inizio dell’attività, a corsi assicurativi di durata non inferiore a 60 ore, svolti in aula o con le modalità equivalenti (videoconferenza, webinar ed e-learning)
  • Aggiornamento Professionale obbligatorio consiste nella partecipazione a corsi di durata non inferiore a 60 ore nel biennio, svolti in aula o con le modalità equivalenti (videoconferenza, webinar ed e-learning). In ciascun anno solare si effettua almeno un minimo di 15 ore di aggiornamento.

{/slide} {slide=SOGGETTI CHE IMPARTISCONO LA FORMAZIONE IVASS}

SOGGETTI CHE IMPARTISCONO LA FORMAZIONE IVASS

La normativa specifica che: le “imprese” (compagnie di assicurazione) e gli agenti, broker, banche, intermediari finanziari, Sim ( intermediari iscritti al RUI nelle sezioni A , B e D) impartiscono direttamente ovvero organizzano, avvalendosi dei soggetti formatori aventi i requisiti (vedi punto successivo), i corsi di formazione e di aggiornamento professionale per le persone fisiche da iscrivere o iscritte nella sezione E del RUI nonché per gli addetti all’attività di intermediazione all’interno dei locali in cui l’intermediario opera e gli addetti dei call center.

Invece per le persone fisiche iscritte nelle sezioni A e B del RUI (agenti e broker di assicurazione) i corsi di aggiornamento sono tenuti direttamente dalle imprese, ovvero organizzati dalle imprese o dagli intermediari stessi avvalendosi dei soggetti formatori aventi i requisiti (vedi punto successivo).

{/slide} {slide=REQUISITI DEI SOGGETTI FORMATORI IVASS}

REQUISITI DEI SOGGETTI FORMATORI IVASS

La normativa prevede che i soggetti formatori che possono impartire corsi di formazione e di aggiornamento professionale su incarico di Agenti, Broker Banche , Sim o compagnie devono essere:

a) associazioni di categoria degli intermediari assicurativi, creditizi e finanziari, con un numero di iscritti significativo e costituite da almeno 2 anni;

b) enti appartenenti ad una Università riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;

c) enti in possesso della certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 settore EA37, UNI ISO 29990:11 o di altri sistemi di accreditamento riconosciuti a livello europeo e a livello internazionale.

D) Solo per lo svolgimento dell’aggiornamento professionale, enti che, pur se non muniti delle certificazioni di qualità svolgano l’attività formativa quale attività prevalente e dispongano di adeguata organizzazione e procedure operative.

{/slide} {slide=REQUISITI DEI DOCENTI IVASS INCARICATI}

REQUISITI DEI DOCENTI IVASS INCARICATI

la normativa specifica inoltre i requisiti per la scelta dei docenti incaricati, ovvero devono essere:

a) docenti universitari che esercitano la didattica nelle materie giuridiche, economico-finanziarie, tecniche, attuariali e fiscali, attinenti le aree tematiche specificate dalla norma;

b) soggetti che abbiano maturato una comprovata esperienza almeno quinquennale nelle materie specificate dalla norma attraverso l’esercizio della docenza formativa e/o di attività professionali;

c) dipendenti, anche in quiescenza, di imprese di assicurazione e riassicurazione o di intermediari iscritti nella sezione D del RUI, intermediari iscritti nelle sezioni A e B del RUI, purché in possesso di una comprovata esperienza professionale maturata in almeno un quinquennio di svolgimento dell’attività e di adeguata capacità didattica.

{/slide} {slide=CONTENUTI CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IVASS}

CONTENUTI CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IVASS

La nuova normativa, regolamento n°6 del 02/12/2014, nell’articolo 13 nominato “Contenuti dell’obbligo formativo e di aggiornamento”, intende delineare i contenuti dei prodotti formativi individuandoli in quattro aree tematiche (giuridica, tecnica, amministrativo-gestionale e informatica) suddivise a sua volta in moduli, che costituiscono il “pacchetto base” della formazione iniziale. Gli stessi argomenti devono essere alla base per gli approfondimenti da sviluppare in sede di aggiornamento. Inoltre in relazione alle caratteristiche soggettive degli intermediari e ai connotati oggettivi dell’attività svolta, sono previsti percorsi formativi integrativi (riassicurazione, gestione sinistri, collocamento a distanza, collocazione di forme pensionistiche complementari).

collega alla pagina html “allegato 1” link

{/slide}

{/slide} {slide=Attestato Finale e reportistica del corso}

CARATTERISTICHE DELL'ATTESTATO FINALE E DELLA REPORTISTICA DI CORSO

La nuova normativa impone che a termine del corso, per ogni utente venga rilasciato sia l'Attestato di Fine Corso (acconsentendo esplicitamente la possibilità di rilasciarlo in formato elettronico)  e un Report di svolgimento contenete:

  • Programma del corso
  • Nominativi dei docenti, incluso il possesso dei requisiti di cui all'articolo 14 del regolamento 6/14
  • Verbale delle procedure d'esame con evidenza del risultato del test finale (anche in caso di test svolto online).
  • Questionario somministrato al test finale.

 

{/slide}

 

REG. N°6/2014 – LE NOVITÀ

E-mail Stampa PDF

La presente pagina è stata sostituita da questa: IVASS-Reg.-6-del-2014-Novita-principali-apportate-dalla-nuova-normativa

 

Con l’uscita del nuovo regolamento IVASS n° 6 del 2 dicembre 2014, l’IVASS ha dovuto meglio disciplinare gli standard organizzativi, tecnologici e professionali riguardanti la formazione e l’aggiornamento degli intermediari, con riferimento ai prodotti formativi, ai requisiti dei soggetti formatori e alle caratteristiche tecniche e funzionali delle piattaforme di e-learning dedicate agli intermediari assicurativi e riassicurativi in attuazione dell’art. 22 comma 9 del decreto-legge n° 179 del 18 ottobre 2012 convertito poi nella legge n°221 del 17 dicembre 2012.

Di seguito proveremo a sintetizzare le novità principali e successivamente gli impatti che riguardano i singoli intermediari assicurativi a seconda della Sezione di appartenenza al Registro RUI IVASS (Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi).

Prima di affrontare le novità vi riportiamo quanto la normativa enuncia (con inserimento di nostri commenti) nell’articolo 18 del regolamento 6/2014 IVASS che concerne le disposizioni transitorie, al fine di darvi le tempistiche con le quali gli intermediari si dovranno adeguare alla nuova normativa IVASS.

Regolamento IVASS n.6 del 2014 - Art. 18 - (Disciplina transitoria)

1. La formazione professionale IVASS (NDR. LEGGI: i corsi di 60 ore per l’iscrizione al RUI - Quando, nell’ambito del regolamento l’articolo 6 titola “formazione professionale” o “formazione” si riferisce al corso di 60 ore per l’iscrizione al RUI nelle sezioni E e C ) conseguita in conformità ai criteri fissati dal regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre 2006 è valida a condizione che sia stata completata entro il 30 giugno 2015 e che la presentazione dell’istanza di iscrizione o reiscrizione nelle sezioni C o E del RUI ovvero l’inizio dell’attività avvengano entro lo stesso termine.

2. L’aggiornamento professionale IVASS (NDR. LEGGI: I corsi di aggiornamento annuale obbligatorio IVASS – Infatti quando, nell’ambito del regolamento si richiama l’ “aggiornamento professionale” o “aggiornamento” ci si riferisce a tutti i corsi di aggiornamento ai fini IVASS di varia durata necessari per il mantenimento dei requisiti necessari alla permanenza nel RUI IVASS degli intermediari iscritti nelle sez. A, B, C ed E e dei collaboratori che operano nei locali. Vanno considerati anche gli operatori callcenter) effettuato entro il 30 giugno 2015 in conformità ai criteri fissati dal regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre 2006 è valido ai fini del completamento degli obblighi di cui all’art. 38 del medesimo regolamento. E’ valido altresì ai fini del presente regolamento, ferme la cadenza biennale e la durata minima di 60 ore nell’arco del biennio (NDR. si riferisce al fatto che il nuovo regolamento n.6/2014 nell’art. 7 dispone che l’aggiornamento professionale viene svolto con cadenza biennale e che consiste nella partecipazione a corsi di durata non inferiore a 60 ore nel biennio e in ciascun anno solare si deve effettuare almeno un minimo di 15 ore di aggiornamento) .

 

Contributo di Vigilanza 2014 IVASS

E-mail Stampa PDF

 

Con il Provvedimento n. 20 del 18 Agosto 2014, l'IVASS ha reso noto il nuovo Contributo di vigilanza 2014 destinato a tutti gli intermediari e loro collaboratori iscritti nel RUI (Registro Unico degli Intermediari Assicurativi). Sono chiamati a versare tale contributo di vigilanza 2014 tutti coloro che, anche se inoperativi, sono iscritti nelle sezioni A, B, C, D del RUI a partire dal 30 Maggio 2013.

Per la delibera ufficiale è possibile visitare il seguente link > Contributo di Vigilanza 2014.

Leggi tutto...
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

Info Corsi

Inizia ora la tua formazione!
ISCRIZIONI SEMPRE APERTE

anche nei WE e festivi.
 085.9395140
Lun-ven: 9:00-13:00 / 14:00-19:00
Scrivi a FIAss  Scrivici a: info@fiass.it

News di FIAss

NUOVO CORSO 60 ORE PER LA REISCRIZIONE AL RUI DI INTERMEDIARI INATTIVI
60h AP Corso e-learning di aggiornamento 60 ore, a norma Reg. IVASS n. 6, valido per reiscrizione al RUI di inattivi.

logo corso ivass 60 ore

 TEST FINALE IN AULA? IN TUTTA ITALIA CON L'ESCLUSIVA RETE EXAMINER FIAss
La più grande rete di esaminatori in Italia per svolgere il Test di Verifica Finale in Aula per il corso di Formazione Professionale 60 ore. TEST anche in 24 ore dal termine del corso.
Visualizza la nostra Rete

Newsletter Fiass

RICEVI LE PROSSIME OFFERTE E SCONTI SUI CORSI? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER




Accetto il trattamento dei dati personali

Area Riservata

Area utenti registrati.






Notizie flash

Formazione IVASS per Iscriversi al RUI sezione "E" per Intermediari Assicurativi e Mediatori Creditizi

Cosa aspetti a metterti in regola? Se vuoi entrare nel settore assicurativo devi essere iscritto al RUI IVASS sezione E. Se sei un Mediatore Creditizio che colloca "Cessioni del Quinto", finaziamenti e mutui protetti da polizze e quant'altro abbia un legame con le assicurazioni, mettiti in regola con l'IVASS... Acquista subito il Corso di Formazione Professionale IVASS online 60 ore!